Nel rispetto della disciplina del Codice privacy (Decreto Legislativo 196/2003), questo sito usa cookie tecnici per la gestione della navigazione e altre funzioni. Chiudendo il banner l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie che saranno memorizzati sul proprio dispositivo. Per saperne di più cliccare sul pulsante Approfondisci.

Mob : 3461342460

Compagne di casa e di squadra, giovani e promettenti, sono Francesca Chiarella e Gisel Villarruel, le protagoniste Rainbow della settimana nero su bianco.

foto24bisLe abbiamo messe l’una di fronte all’altra per conoscerle meglio, in un’intervista doppia, rispettivamente pivot e guardia tiratrice della compagine catanese. Francesca ha nel suo curriculum 2 anni ad Anagni; convocata in Azzurrina Lazio per il trofeo delle regioni, dal 2011, indossa per 3 anni la maglia del Battipaglia, durante i quali gioca l’ Interzona under 16; raggiunge le finali nazionali al terzo posto, e dulcis in fundo, la promozione in A1. Poi Scafati in serie B e Rainbow Catania da un anno e mezzo.

Gisel ha nel suo curriculum l’ esperienza iniziale in Paraguay con il Cristo Rey; dopo aver vinto il campionato under 13 nel 2006, rimane in Argentina fino all’inizio del 2011, dove ha vissuto una promozione in lega nazionale A1 con il Libertad e riceve il premio come migliore marcatrice under 17. Atterra in Italia sempre nello stesso anno, cresce cestisticamente allenandosi a Priolo, mentre il suo primo minuto di gioco lo vive esordendo proprio nella Rainbow Catania nel 2013, fino all’attuale campionato.

Presentati ai nostri tifosi: nome, cognome e data di nascita.

Gisel: Gisel Villarruel 10-01-1994

Francesca:Francesca Chiarella 28-06-1995.

Soprannome:

Gisel: Gi.

Francesca: France.

La cosa che ti fa più ridere dell’altra?

Gisel: Le espressioni del viso quando pensa o dice qualcosa.

Francesca: Momenti in cui pensa ad alta voce senza ascoltare quello che le dici e quando in partita tiene i capelli legati in una “codina moscia”.

La cosa che non sopportate l’una dell’altra?

Gisel: Quando si arrabbia.

Francesca: L’ ordine maniacale con cui tiene la casa.

Il vostro momento più divertente in campo?

Gisel: Durante il riscaldamento quando ci passiamo la palla in modo strano e corriamo a caso pensando di fare qualcosa di utile, e il giovedì sera dopo l’allenamento chiacchieriamo a ruota libera passando da un discorso ad un altro senza ricordarci da dove abbiamo iniziato.

Francesca: Uguale.

La peggiore reazione della tua compagna quando sbaglia un canestro:

Gisel: Faccia da vittima.

francescaFrancesca: Mette il broncio e impreca nella sua lingua.

Il tuo punto debole dentro e fuori dal campo:

Gisel: Forte in apparenza, sensibile dentro.

Francesca: Insicurezza.

A che età hai cominciato a giocare a basket e in quale società?

Gisel: 3 anni nella squadra Libertad de sunchales.

Francesca: 13 anni ad Anagni.

Perché hai scelto Catania?

Gisel: Stesso motivo di Fra.

Francesca: Perché mi piace la città e mi trovo bene con tutti.

La tua compagna più forte di sempre?

Gisel: Non so dirti un nome in particolare perché ho avuto tante compagne forti.

Francesca: Koutney Treffers e Susanna Bonfiglio.

La tua compagna più simpatica?

Gisel: Tania ed Elettra.

Francesca: Tanja

Riti scaramantici prepartita?

Gisel: Una frase segreta che mi dice papà.

Francesca: Mangiare cioccolato fondente prima della partita.

La tua giornata tipo nella città “dell’elefante”?

Gisel: Dopo colazione segue la scuola guida alternata agli allenamenti di mini basket, nel pomeriggio sistemo casa e poi vado ad allenarmi.

Francesca: La mattina due volte a settimana alleno il mini basket e negli altri giorni studio, a pranzo cucino e mi prendo cura delle giocatrici più piccole che considero come delle sorelle minori e poi sul tardi vado ad alle­narmi.

I tuoi pregi e difetti:

Gisel: Sono testarda ma sempre disponibile con le persone a cui tengo di più.

Francesca: Sono timida ma molto solare.

La partita più bella che hai giocato?

Gisel: Quando mi hanno chiamato a giocare nel Paraguay.

Francesca: Il mio primo ingresso in campo con l’A2 contro il Siena, ero molto emozionata perché ero piccolina.

La sconfitta che non dimenticherai mai?

Gisel: Brindisi.

Francesca: Brindisi.

L’allenatore che ti ha cambiato nel corso gli anni?

Gisel: Ci sono stati due allenatori importanti per la mia carriera Remo Bertoldi e Gabriella Di Piazza.

Francesca: Massimo Riga.

A chi lasceresti il tiro della vittoria nella tua squadra?

Gisel: Marja Eric.

Francesca: Gisel.

Chi vince il campionato?

Gisel: Che vinca il migliore.

Francesca: Non voglio fare pronostici.

La Rainbow dove può arrivare?

Gisel: Siamo d’accordo sia io che Fra che dipende tutto da noi.

Francesca: Dipende tutto da noi.

E’ l’allenatore che si deve adattare alla squadra o la squadra che si deve adattare all’allenatore?

Gisel: Adattamento reciproco.

Francesca: Entrambi perché ognuno deve fare la sua parte e bisogna imparare a conoscersi.

Viaggio che vorresti fare?

Gisel: Girare l’Italia, e visitare soprattutto Roma.

Francesca: L’America, soprattutto l’Argentina, perché dopo i dettagliatissimi resoconti di Gisel sono curiosa di veder­la di presenza.

Sogno cestistico nel cassetto?

Gisel: Vincere con la maglia del Catania il campionato e migliorare sempre di più.

Francesca: Migliorare sempre di più.

Fai una raccomandazione e una promessa alle tue compagne.

Gisel: Cercare di essere più unite e crescere come squadra.

Francesca: Lavorare più duramente ed essere più unite e solidali con le compagne.

Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

Gisel: Vincere.

Francesca: Vincere e migliorare.

Non hai i permessi per commentare l'articolo

Chi siamo

Associazione Polisportiva Dilettantistica Rainbow Catania

Sede : Via Etnea n. 110
Catania 95131
Partita Iva : 03634570877
Codice Fiscale : 93071910876

Prossimo incontro

 

 

 

 

      

 

 

 

 

 

Ultime News

  • Comunicato stampa - Da Reggio Calabria a Catania: Noemi Nucera in arrivo alla Rainbow

    Leggi tutto...

  • Comunicato stampa - Da casa Rainbow a Battipaglia: Giulia Patanè spicca il volo

    Leggi tutto...

  • #BeRainbow: il nostro Open day tra conferme e novità

    Leggi tutto...

  • Parola d'ordine "costruire": intervista a Marzia Ferlito

    Leggi tutto...

  • #BeRainbow: il 28 agosto l’Open Day della Rainbow Catania

    Leggi tutto...

Foto Gallery